Ti trovi qua: Home » I venti e le onde dell’oceano saranno sempre più forti e alte!

I venti e le onde dell’oceano saranno sempre più forti e alte!

by Anton Bryan
onde giganti

Utilizzando miliardi di rilevazioni satellitari, una nuova ricerca mostra come le onde dell’oceano e i venti che li generano sono aumentati negli ultimi 30 anni.

Durante le tempeste estreme, le onde dell’oceano possono essere più di 20 metri alte, cioè raggiungere l’altezza di un palazzo di cinque piani.

Leggi anche: Innalzamento livello del mare, migliaia di case vicine al mare potrebbero svanire nella crescente marea oceanica.

Oltre ad essere solo una metrica che viene considerata nelle previsioni meteo, l’altezza delle onde dell’oceano sono fondamentali per la stabilità delle spiagge, la prevenzione delle inondazioni costiere e contribuisce a determinare la progettazione di strutture costiere e marine.

Le onde dell’oceano sono sempre più alte in occasione delle tempeste, anno dopo anno da quando la metrica dell’altezza delle onde è stata cominciata a essere misurata, cioè 30 anni fa!

Delle nuove misurazioni mostrano che le condizioni dell’onda media globale è in aumento ma, soprattutto, le condizioni d’onda in occasioni estreme come le tempeste o gli uragani stanno aumentando ancora più rapidamente.

Con un aumento dell’altezza delle onde più elevato che si verificano nell’oceano del sud.

La ricerca ha rilevato che venti estremi nell’oceano del sud sono aumentati di velocita con circa 1,5 metri al secondo oppure del l’8% negli ultimi 30 anni.

Contemporaneamente, l’altezza media delle onde in questa stessa regione sono aumentate del 5%, oppure di circa 30 centimetri.

Generalmente, i venti stanno aumentando ad un tasso più veloce che le onde.

Oltre gli aumenti nell’oceano del sud, la velocità dei venti estremi è in aumento anche all’equatore e nell’Atlantico del Nord e nel Pacifico, di circa 0,6 metri al secondo durante il periodo di 30 anni.

Questi cambiamenti rilevati nella velocità dei venti e altezza delle onde dell’oceano sono stati determinati mediante creazione e l’analisi di un database di misure satellitari accurate svolte per lungo tempo.

Sono stati usati i dati da un totale di 31 satelliti che erano in orbita tra il 1985 e il 2018.

Per più di trent’anni, questi satelliti hanno fatto circa 4 miliardi di misurazioni della velocità del vento e dall’altezza delle onde.

Leggi anche: Terrificante: gli scienziati scavano in profondità nell’Antartide per un pezzo mancante del puzzle sul clima!

Anche se il set di dati è enorme, per rendere utile e leggibile le misurazzioni, i dati forniti dai satelliti sono stati incrociati con dei dati prelevati da più di 80 boe oceaniche installate in tutto il mondo.

Questo è il database più grande e più dettagliato di questo tipo mai compilato.

All’interno del database combinato, ci sono diversi metodi per misurare le onde dell’oceano, quindi la loro combinazione fornisce un set di dati ancora più robusto.

Gli aumenti in altezza d’onda estreme sono meno uniformi rispetto ai venti.

Oltre ad aumenti nell’Oceano del Sud, le altezze delle onde estreme sono anche in aumento nel Nord Atlantico.

Sebbene aumenti del 5% delle onde e dell’8% per i venti possono non sembrare molto, se sostenuta nel futuro tali modifiche al nostro clima avrà conseguenze enormi.

I potenziali impatti del cambiamento climatico sull’innalzamento del livello del mare sono ben noti.

Ciò che la maggior parte delle persone non capisce è che gli eventi di allagamenti effettivi sono causati da mareggiate e onde che si infrangono sulle coste associate a delle forti tempeste

Il livello aumentato del mare fa solo che, questi eventi siano ancora potenzialmente più pericolosi e più frequenti.

L’aumenta in altezza delle onde aumenterà ulteriormente la probabilità di inondazioni costiere.

Cambiamenti come questi comportano anche una maggiore erosione costiera, mettendo infrastrutture e insediamenti costieri a rischio.

Non si sa bene ancora se gli aumenti finora misurati saranno sostenuti nel futuro.

Uno degli usi importanti del database esteso satellitare sarà per calibrare e convalidare la prossima generazione di modelli climatici globali dove sono ora incluse le previsioni dell’altezza media delle onde dell’oceano.

I cambiamenti nell’oceano del Sud possono avere un impatto che si fanno sentire in tutto il mondo, con onde di altezza spaventose che possono aumentare l’erosione costiera e mettere a rischio intere popolazioni che vivono sulla costa.

Gruppi di ricerca internazionali stanno lavorando per sviluppare la prossima generazione di modelli climatici globali e per essere in grado di rilasciare predizioni scientifiche anche per quello che riguarda l’altezza delle onde dell’oceano e la velocità dei venti nei prossimi 100 anni.

Leggi anche: Gli oceani stanno bollendo!

L’oceano ci sta parlando, bisogna che da queste parti ci sia qualcuno che lo possa sentire!

0 comment
0

Related Articles