Ti trovi qua: Home » Il turismo mondiale sarà ridimensionato dai cambiamenti climatici

Il turismo mondiale sarà ridimensionato dai cambiamenti climatici

by Anton Bryan
turismo e cambiamneti climatici

Lo dicono gli scienziati della Michigan University.

L’estate del 2018 ha portato temperature altissime ovunque in Europa. Specialmente nei paesi nordici dove non si erano viste temperature cosi alte, quasi mai prima.

In Portogallo le temperature oltre i 40 gradi C hanno lasciato le spiagge deserte in pieno estate. I turisti arrivati nel paese non hanno potuto reggere le temperature alte, nemmeno sulla spiaggia.

In Grecia uno dei più devastanti incendi da sempre si è scatenato in piena estate. Ha cancellato un villaggio turistico in totalità lasciando dietro quasi 100 morti e centinaia di feriti.

Spagna soffre dello stesso problema e milioni di turisti si sono trovati in difficoltà per fronteggiare le temperature alte nonostante siano andati al mare nel paese di vacanza per eccellenza.

Centinaia di metri quadri di foreste sono stati cancellati in Svezia dagli incendi scaturiti per il caldo eccessivo.

E gli esempi possono continuare. Nel posto simbolo come residenza del Babbo Natale, nel profondo Nord della Svezia, faceva 33 gradi Celsius qust’estate.

In quest’ottica, il turismo di massa, specialmente quello estivo potrebbe modificare il suo comporatamneto sostanzialmente, dicono gli scienziati.

Molte persone preferiranno, negli anni a venire, di non prendere più rischi. Andranno cosi sempre meno nei posti famosi per il mare, nei mesi più caldi dell’anno.

Nel 2018 si prevede un calo di 1,2 milioni di turisti nelle isole Canarie, dopo che si era assistito a una crescita quasi esponenziale per molti anni.

I cambiamenti comportamentali dei turisti avverano per motivi logici e saranno inevitabili.

Il profilo del turista di agosto potrà cambiare moltissimo. Anche se gli stessi scienziati dicono che il cambiamento delle abitudini dei turisti sarà graduale e non avvera come un doomsday.

Per esempio, chi ha bambini o le persone anziane eviteranno paesi come la Spagna, Grecia, Italia, Portogallo in estate.

Tutto questo avrà un grosso impatto dal punto di vista economico per questi paesi.

Strutture alberghiere e negozi che vivono di turismo potrebbero soffrire dei grossi colpi.

Questi cambiamenti saranno strutturali e non occasionali avvertono gli scienziati.

Se il riscaldamento globale dovesse continuare su questo trend di primati, in pochi anni le spiagge più affollate dell’Europa, ma anche dell’intero mondo diventeranno deserte nell’estate.

 

0 comment
1

Related Articles