Ti trovi qua: Home » ‘Mi sento in dovere di aggiornare un commento del lettore di Jim Lakely, direttore delle …

‘Mi sento in dovere di aggiornare un commento del lettore di Jim Lakely, direttore delle …

by Anton Bryan
Il riscaldamento globale non può più essere fermato e bisogna adattarsi

‘Mi sento in dovere di aggiornare un commento del lettore di Jim Lakely, direttore delle comunicazioni, The Heartland Institute, a un post.
Dice che ero “ingiusto” ieri.

La mia lamentela principale è che a questi due “giornalisti” correttivi molto disonesti non sarebbe mai stato permesso di arrivare fino in fondo.
Ora noi scettici indipendenti qui in Germania dobbiamo fare i conti con l’essere nuovamente imbrattati a livello nazionale.

In Germania, gli scettici sono più numerosi di circa 20 a 1; non è un affare del 50-50 come negli Stati Uniti.
I giornalisti tedeschi di MSM come quelli della ZDF sono molto cattivi, ingiusti e disonesti nei confronti dei legittimi critici della scienza del clima.

Jim Lakely, direttore delle comunicazioni, The Heartland Institute
Ho altri commenti, ma li terrò per un’altra volta.

Mi piacerebbe vedere una confutazione punto per punto da Heartland alle sciocchezze fatte da ZDF Frontal 21 e Correctiv in modo che possiamo difenderci qui.

================================================== ==========
Pierre,
Sei MOLTO ingiusto con James Taylor e Heartland e Naomi Seibt – che non è “sconvolto”, ma arrabbiato (come lo è Heartland) per come è stato in grado di “tessere un pezzo di successo altamente distorto, unilaterale, ma credibile “.
Avevi ragione su “distorto” e non così bene con il resto.

Primo: James è sicuramente lusingato dalla tua promozione sul campo di battaglia, ma non è il presidente dell’Istituto Heartland.
È direttore del Centro Arthur B.
Robinson di Heartland per la politica climatica e ambientale.

Secondo: hanno “lavorato” James per diversi giorni in due città per due settimane prima di sedersi per un breve discorso.
È un sacco di spremute per niente succo.
Il loro grande “get” è stato un grande niente.
Hanno cercato di indurre James a concordare un accordo “pay to play”, e i giornalisti dicono .
.
.
“Non ha detto di no”.
Veramente? Dopo due settimane di lavoro, finalmente riescono a porre la loro “domanda sul denaro” e basta?
C’è una ragione per cui James non ha detto “sì”: perché “pay to play” non è ciò che fa Heartland, a differenza di molti think tank a sinistra.
Stai seriamente criticando James per aver allontanato un (falso) potenziale donatore da quell’idea disonorevole “gotcha” per discutere di un lavoro simile con un donatore? Secondo questo standard, nessuno nel movimento realista del clima sarebbe mai stato in grado di raccogliere fondi per sostenere il nostro lavoro.

Chiediti: se questi “giornalisti” avessero una vera “pistola fumante”, non avrebbero presentato quello invece di quel “gotcha” zoppo?
Terzo: paragonare questo sfigato cappero di un giorno al lavoro di Project Veritas è un enorme insulto al fantastico lavoro di quest’ultimo.

Spero, Pierre, che prenderai in considerazione la possibilità di dare a Heartland un po ‘di spazio sul tuo sito per confutare più pienamente per i tuoi lettori la tua ingiusta e inesplorabile interpretazione di questo.
Considerando tutto ciò che Heartland ha fatto per promuovere il realismo climatico per molti anni, spero che tu non consideri questa richiesta irragionevole.

Jim Lakely
Direttore delle comunicazioni
L’Istituto Heartland ”

0 comment
0

Related Articles