Ti trovi qua: Home » Trump vuole muri anti-migranti ovunque!

Trump vuole muri anti-migranti ovunque!

by Anton Bryan
Trump vuole muri anti-migranti ovunque

Trump ha consigliato alla Spagna di costruire mura anti-migranti nel Sahara!

Il ministro degli Esteri spagnolo, Joseph Borrell, afferma che il presidente degli Stati Uniti Trump ha consigliato alla Spagna di costruire un muro in Africa per fermare i flussi migratori.

Leggi anche: Trump se ne frega dei cambiamenti climatici e del loro effetto.

Il presidente Donald Trump ha consigliato alla Spagna di costruire un muro attraverso il deserto del Sahara per risolvere la crisi dei migranti in Europa, secondo il ministro degli Esteri spagnolo Joseph Borrell.

Il consiglio di Trump è arrivato durante una visita del Ministro degli esteri spagnolo, ex presidente del Parlamento europeo, negli Stati Uniti a giugno.

I competenti non hanno soluzioni contro le migrazioni di massa, mentre gli incompetenti le hanno, ma sono utopiche!

Il suggerimento di Trump, riferito a Borrell quando questo ha accompagnato la coppia reale della Spagna, il re Felipe e la regina Letizia, in una visita alla Casa Bianca, è stato una cosa inaspettata.

Il presidente degli Stati Uniti ha ignorato lo scetticismo mostrato dai diplomatici spagnoli, che hanno detto che il deserto del Nord Africa era troppo lungo per un muro.

Borrell, citando Trump, ha dichiarato:

“Il confine con il Sahara non può essere più grande del nostro confine con il Messico!”.

Il confine USA-Messico è lungo 3.145 km, mentre il Sahara si estende per 4.800 km.

Madrid non ha sovranità sul Sahara.

La Spagna ha due piccole enclavi sulla costa del Nord Africa – Ceuta e Melilla – separate dal Marocco da recinti di confine.

Le enclavi rappresentano una grande attrazione per i migranti africani che cercano una vita migliore in Europa o in fuga da persecuzioni e guerre.

“Nessuna migrazione di massa in Spagna”

La Spagna è uno dei principali paesi di arrivo per i migranti in Europa.

Quest’anno ha superato l’Italia e la Grecia con 35.000 arrivi segnalati, tre volte di più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

L’aumento è stato anche collegato a una politica più aperta nei confronti della migrazione dovuta al governo socialista di Pedro Sanchez.

Borrell non è stato d’accordo con l’idea di un muro, dicendo che credeva che il numero di migranti accolti quest’anno da un paese di oltre 40 milioni di persone non rappresentasse una: “migrazione di massa”.

Ma il muro del Sahara esiste già!

E’ stato costruito dal Marocco.

Si estende per quasi tremila chilometri sotto il sole del Sahara, pattugliato da personale militare e circondato da mine antiuomo.

Leggi anche: Trump vuole rendere più facile il rilascio del metano nell’atmosfera.

Il muro marocchino è una delle più lunghe barriere di separazione del mondo, con alcune misure seconde solo in lunghezza alla Grande Muraglia Cinese e sicuramente la più lunga in Nord Africa.

Ma la sua esistenza è sfuggita all’attenzione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Il muro marocchino è stato costruito a seguito del conflitto tra il popolo saharawi del Sahara occidentale, che ha combattuto e fatto campagna per l’indipendenza, e il Marocco, che ha sostenuto due terzi del Sahara spagnolo come proprio nella Marcia Verde del novembre 1975 e insiste sulla sua sovranità che non può essere contestata.

La Spagna non ha più alcun coinvolgimento negli affari nella regione.

Trump è un muratore nell’anima!

Trump ci tiene molto a costruire un muro con il Messico, perché questa era una delle sue più grandi promesse elettorali.

Il Messico ha rifiutato di conformarsi alle pretese di Trump di pagare per il muro, e il finanziamento per il piano rimane bloccato nel Congresso degli Stati Uniti.

Nel frattempo, Trump ha fatto partire i lavori per costruire il muro al confine con il Messico degli Stati Uniti.

 

0 comment
0

Related Articles